TEMA NUMEROLOGICO

Servono data di nascita, nome e cognome.

Verranno analizzate le esperienze che sei chiamato ad affrontare, e quali condotte sarebbero più consone da seguire.

Soprattutto verranno indicate le sfide che dovranno essere superate nel corso della vita.

Analizzeremo le tue potenzialità caratteriali affinché tu possa esprimerti al meglio, individuando anche i contesti che possono esserti più favorevoli.

Parleremo delle tue aspirazioni inconsce e delle influenze nella tua vita affettiva.

Ti verranno fornite indicazioni sulla direzione del tuo percorso https://it.medadvice.net/ https://es.medadvice.net/clerel-skin/ e su come realizzarti al meglio usando il tuo potenziale energetico.

Sarà curioso anche poter vedere come risuona, in rapporto con le tue caratteristiche, il numero civico della tua abitazione. Avere chiarimenti sulle tue vibrazioni numeriche collegate all’anno in corso e non solo. Avere indicazioni sull’inizio di una nuova attività, corsi di studio o progetti.

Tutto il materiale verrà inviato tramite e-mail, oppure file audio, in modo da poter essere consultato in qualsiasi momento.

TAROCCHI

Le carte raccontano la tua storia? Come stai adesso? Cosa stai vivendo?

Pratica non divinatoria, ma strumento di auto-conoscimento per addentrarsi nell’inconscio.

Consumare l’essenza.

PIOMBO

La sessione dura all’incirca un’ora.

È un lavoro energetico molto potente.

Il piombo viene fuso tre volte. La terza fase è quella piú importante.

La forma che assume ha un significato profondo, individua eventuali blocchi e ripristina il nostro flusso energetico.

MAPPA DEI TALENTI

La Mappa dei Talenti o Bisogni è stata ideata da Jean Claude Badard, specialista, ricercatore e formatore nel campo della psicosomatica e della psico-genealogia.

La Mappa si basa sullo studio genealogico, ne emerge il nostro progetto animico insieme ad altri aspetti.

Nella Mappa si presenta anche un progetto di vita familiare, che è un programma di vita compensatorio, qualcosa che serve a riscattarsi dal destino degli antenati.

Per il nascituro diventa una struttura dalla quale liberarsi. Il progetto familiare spesso si va a scontrare con le aspirazioni  della nostra anima, ma è una presenza ineludibile.

L’istante in cui vediamo la luce per la prima volta è un momento sacro dove vengono condensate energie, frequenze e forze archetipiche traducibili in numero.

Avere coscienza dei nostri numeri, delle nostre forme psichiche, ci permette di capire il destino della nostra esistenza e ci aiuta a qualificare e quantificare le esperienze che viviamo.

Tornando alla mappa di Badard: abbiamo memorie e conflitti psicologici che ereditiamo dai nostri genitori o avi.  Spesso diventano conflitti biologici, definiti tali perché sono registrati nel nostro corpo, nelle nostre reazioni viscerali e istintive. Reazioni che spesso non vengono mediate dalla nostra mente e dalle nostre emozioni e diventano automatismi.

È una mappa che permette di comprendere cosa trasformare in valore, quali sono i blocchi familiari e come sarebbe opportuno superarli per intraprendere un percorso evolutivo.

Lo strumento per interpretare questa mappa sono gli archetipi corrispondenti ai 22 Arcani Maggiori dei Tarocchi. Questi rivelano un quadro molto preciso dei propri bisogni e delle illusioni, ma soprattutto delle potenzialità e risorse uniche dell’individuo.

Quando non vengono soddisfatti i bisogni reali si entra facilmente in situazioni di conflitto, che spesso inibiscono l’ascolto della propria vera natura e delle proprie reali capacità. Rivedere e trasformare le credenze radicate e le risposte automatiche disfunzionali permette una riarmonizzazione e un riequilibrio su tutti i livelli e gli aspetti dell’essere.

Dall’albero genealogico possiamo ricavare molti elementi importanti e scoprire come questi hanno influenzato la nostra vita. Se vogliamo avere conoscenza di quello che siamo oggi e aprirci a quello che saremo domani, dobbiamo sapere cos’è avvenuto prima della nostra nascita.

‘Senza radici non si vola’.

Jean Claude Badard

“I nostri antenati hanno vissuto conflitti, problemi e molti di questi sono rimasti senza risposta soddisfacente, quindi messi in memoria come sequenze emotive non concluse, che ci sono state trasmesse. Il nostro cervello biologico cerca di dare risposte a queste memorie ereditate. La consapevolezza delle memorie, di cui simo eredi, permette di vedere, capire la nostra mappa dei bisogni. Bisogni che ritrovimo in tutti i campi della nostra vita e che determinano un modello personale di vita.

Per essere in equilibrio è sufficiente vivere secondo tale nostro personale modello che possiamo determinare attraverso i simboli numerici e i grandi archetipi, deducibili dalla nostra data di nascita.

Tutte le culture sono ricchissime di simboli. Il nostro cervello non distingue tra reale, simbolico, virtuale, immaginario. I simboli rappresentano quindi anche le nostre problematiche e gli stessi ci possono, di conseguenza, aiutare a guarire.

Anche il numero, come il simbolo, è un linguaggio integrato del nostro cervello biologico il quale riflette le medesime rielaborazioni rappresentate da numeri, cicli, ritmi…

Tutto l’universo può essere espresso in una relazione tra numeri.

Rispettare il proprio modus vivendi significa riconoscere e abbandonare le credenze che ci impediscono di vivere i nostri  reali bisogni. Vivere seguendo i nostri programmi biologici originari significa vivere in modo equilibrato e felice.”

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.