Paolo Coelho

“Immagina se tutti potessero trasformare il piombo in oro: in breve tempo l’oro non varrebbe più nulla. Soltanto coloro che persistono, soltanto coloro che ricercano a lungo, riescono a realizzare la Grande Opera. È il motivo per cui mi trovo in mezzo a questo deserto: per incontrare un vero Alchimista, che mi aiuti a decifrare i codici.”

Paolo Coelho

“Sono vivo. Mentre mangio, non faccio altro che mangiare. Se stessi camminando, camminerei e basta. Il giorno in cui dovrò combattere, sarà un buon giorno per morire come qualunque altro. Perchè io non vivo nè nel mio passato, nè nel mio futuro. Possiedo soltanto il presente, ed è il presente che mi interessa. Se riuscirai a mantenerti sempre nel presente, sarai un uomo felice. Ti accorgerai che nel deserto esiste la vita, che nel cielo vi sono le stelle, e che i guerrieri combattono perchè questo fa parte della razza umana. La vita sarà una festa, un grande banchetto, perchè è sempre e soltanto il momento che stiamo vivendo.”

Il piombo è un elemento chimico (Pb) che rientra nella categoria dei metalli.

Le sue caratteristiche principali sono:

  • bassa durezza
  • basso punto di fusione
  • duttile e malleabile

In alchimia i metalli vengono associati a pianeti e il piombo è stato accomunato a Saturno.

Si dice che proprio gli alchimisti  trasformassero il piombo in oro attraverso l’uso della pietra filosofale.

Questa è la chiave del mio lavoro: la trasformazione del piombo.

Di per sè è altamente nocivo perchè composto da neurotossine che si accumulano negli organismi. Questo è dovuto al fatto che ha un alto potere assorbente delle radiazioni.

Avendo queste caratteristiche si presta perfettamente alla tecnica per la quale viene usato. Fuso, un ritorno allo stato neutro, poi riprende forma per liberare quello che ci portiamo dentro e che ci opprime.

Si reperisce in natura, ma si trova anche disperso nell’ambiente, prodotto dell’uomo.

Può venir fuso facilmente in tempi abbastanza rapidi. Se qualcuno volesse cimentarsi nella tecnica è facilmente reperibile in qualsiasi ferramenta. A contatto con l’acqua fredda si solidifica e prende forma.

È una tecnica molto antica che ho appreso in un primo momento da mio padre, in Italia, e poi ho avuto modo di approfondire durante i miei viaggi nel deserto del Sahara, in Algeria.

La stirpe di mio padre è portatrice di questa medicina.

All’inizio il piombo veniva fuso per me, poi ho voluto imparare sempre di più e ho cominciato a sperimentarlo direttamente con altre persone.

Si tratta di una tecnica usata anticamente dalle popolazioni nomadi del Sahara per togliere malocchi; a volte assumeva le vesti di oracolo.

Berberi e Tuareg si ritrovavano seduti sotto le stelle, nelle loro tende a fondere questo metallo.

Al crepuscolo, sorseggiando tè, tutto assume magia e fascino. Io ho potuto assistere a questa meraviglia.

In Algeria è una tradizione tramandata per vie orali, ad oggi è ancora molto diffusa.

In tutte le case troveremo uno zio, una nonna, un parente lontano che fonde questo metallo, anche solo come simbolo di buon auspicio e protezione.

Non sono riuscita a reperire molte informazioni sulla correlazione tra piombo e altre culture. Essendo una tecnica poco conosciuta e tramandata oralmente è ancora custode di tanti segreti, alcuni dei qual non saranno mai svelati.

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.